4 _ Notizia

Il cavaliere, il viaggio e il coraggio

Un anno scolastico è come un libro fatto di tante pagine: che sia stato esaltante o faticoso, deludente o eccezionale, merita comunque un bel finale! E quest’anno al “Bramante Genga” la pagina finale, cioè l’ultimo giorno di scuola, è stata davvero indimenticabile grazie alla presenza di Ivan Cottini, fortemente voluta dalla Dirigente Anna Gennari.

Ivan, ex modello e ballerino, da anni lotta con energia inesauribile contro la sclerosi multipla, in nome del suo diritto a vivere comunque una vita straordinaria, piena di obiettivi, di sogni e di sfide.

In un’aula magna gremita, ammutolita dalle immagini che raccontavano la sua storia, Ivan ha spezzato l’emozione e la commozione dei presenti con una narrazione genuina, scherzosa , dissacrante e per nulla impostata. Seduto sulla cattedra a gambe incrociate, un po’ monello ed un po’ guru, ha conquistato un pubblico non solo di studenti, ma anche di docenti, tecnici, personale di segreteria e non docente, parlando delle sue difficoltà, dei limiti e dell’invalidità che hanno colpito il suo corpo, tratteggiandoli in maniera diretta, franca, senza veli. Eppure ciò che a tutti arrivava non era la sua fragilità, ma la straordinaria forza, la grinta, la caparbia volontà di non arrendersi, di essere comunque libero, protagonista delle proprie scelte e vivo in ogni fibra. Lui stesso ha detto di essere convinto che la malattia lo abbia reso un uomo migliore, capace di apprezzare ogni cosa, anche la più piccola, tanto da voler celebrare la vita ogni giorno, inseguendo i suoi sogni senza arrendersi, senza lasciare il posto alle paure e soprattutto con l’atto d’amore più grande: la scelta di avere una figlia, la piccola Viola, la sua ragione di esistere, la sua cura.

I ragazzi lo hanno ascoltato con attenzione ed emozione e molti, al termine del suo intervento, gli si sono stretti attorno, hanno voluto fotografarsi con lui, stringergli la mano, chiedergli un contatto social. La sua bella lezione di forza e coraggio di sicuro non verrà dimenticata.

Gianni Rodari scriveva:

“In cuore abbiamo tutti
un cavaliere pieno di coraggio,
pronto a rimettersi sempre in viaggio”.

Ivan ci ha insegnato che rimettersi in viaggio è davvero sempre possibile.

Patrizia Lucangeli

Post expires at 1:00am on Thursday 30th August, 2018